La scuola che ci piace? Gratuita, innovativa e digitale! Scopri Fastweb Digital Academy

Formazione
25/04/2017

Sono una ragazza e amo la tecnologia. Ebbene sì, lo ammetto, sono un po’ la “nerd” di Mooves: parlatemi di FabLab, Arduino, coding, modellazione 3D e stampa 3D e subito mi si illuminano gli occhi! Per questo non mi sono lasciata scappare l’occasione di partecipare al corso di “Javascript and HTML5: Develop Web Applications” organizzato da Fastweb Digital Academy.

Prima di raccontarvi la mia esperienza in questa scuola, però, facciamo un piccolo preambolo per capire di cosa stiamo parlando.

 

Cos’è Fastweb Digital Academy e perché abbiamo deciso di farci un articolo?

È una nuova idea di scuola pensata da Fastweb e Fondazione Cariplo per preparare i giovani alle professioni digitali. L'obiettivo è quello di costruire un ponte che traghetti i giovani di oggi verso le professioni digitali di domani, il tutto “condito” con molta esperienza pratica, programmazione e nuove tecnologie. 

 

Perché dico che è una nuova idea di scuola? Innanzitutto perché è davvero appena nata (ha “aperto i battenti” a ottobre 2016), è pensata per i ragazzi tra i 20 e i 35 anni e, soprattutto (udite udite), è totalmente gratuita (e non ditemi che qui la faccenda non si fa interessante)!

Ma la vera “chicca” sono proprio i corsi: qua si studia il Digital Marketing e il Digital Fashion (per progettare abiti e accessori utilizzando computer e tecnologie come il “taglio a laser”); si impara l’arte della robotica e della stampa 3D, si progettano applicazioni web e mobile, si sperimenta la Realtà Virtuale e si impara a disegnare e realizzare un videogioco. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti tecnologici!

Fastweb Digital Academy è una scuola particolare anche perché non ha dei professori tradizionali: i corsi sono tenuti da professionisti del settore, gente appassionata che di mestiere fa esattamente quello che spiega a lezione.

Altro punto a favore di questa scuola: per accedere ai corsi non occorre nessun tipo di background tecnico o specialistico. La selezione è basata prima di tutto sulle motivazioni e sulle capacità personali. Certo è che se non hai mai messo mano ad un pc, forse non è la scuola giusta per te.
Se invece sei uno “smanettone autodidatta” hai trovato il posto giusto!

 

 

Dove si trova e, soprattutto, perché importa saperlo?

Fastweb Digital Academy si trova nella Cariplo Factory, una sorta di laboratorio che vuole mettere insieme il mondo delle imprese e della cultura.A detta del presidente di Fondazione Cariplo, “In Cariplo Factory i giovani hanno la possibilità di formarsi per le professioni che il mondo del lavoro chiederà domani”. Una mission che ci interessa in prima persona, non trovate?

Quindi, tornando a noi, Fastweb Digital Academy si trova nella Cariplo Factory che a sua volta a sede a BASE. E qui viene il bello perché BASE è uno spazio di ben 6 mila metri quadrati unico nel suo genere: ospita, infatti, oltre che la Cariplo Factory, anche una zona destinata al coworking, un’area espositiva, una residenza per artisti e una sezione bar/ristorante frequentata da artisti, designer e startupper. Insomma è un ambiente particolare, una fucina creativa e innovativa dove l’arte, il design e la tecnologia sono “di casa”.

E pensate che voi potete farci lezione in uno spazio così!

 

Provare per credere! Ecco cosa ho vissuto io:

Come ci sono arrivata io qua? Ho “adocchiato” il corso di “Javascript and HTML5: Develop Web Applications”, mi sono iscritta tramite la piattaforma web di Fastweb Digital Academy, ho compilato il questionario, allegato il cv e aspettato l’e-mail di conferma. Il primo passo è fatto!

Il primo giorno di corso già capisco che l’ambiente mi piace: il bar/ristorante è praticamente uno spazio di coworking informale, un sacco di ragazzi si “spiaggiano” col loro pc un po’ ovunque a lavorare e la cosa mi piace parecchio.

 

 

Salgo le scale, arrivo alla Cariplo Factory e quello che vedo mi piace ancora di più: la classe è piccola ma accogliente. Intorno c’è uno spazio di lavoro che è il sogno di tutti, con grossi tavoli belli spaziosi, connessione internet, ambienti per fare riunioni e anche una zona “ricomponibile” dove fare conferenze. Scopro che quello (e il piano di sopra) sono il “famoso” spazio di coworking di BASE: qui “gravitano” società come Wikimedia Italia, agenzie di design o di comunicazione e persino una casa di produzione musicale. 

 

La classe poi è ancora meglio: siamo circa una quindicina e molti dei miei compagni sono venuti apposta da tutta Italia. C’è un ragazzo padovano, due grafici romani, uno startupper pugliese, due ragazzi napoletani e non solo! Scopro anche che di gente che fa l’informatico nella vita non c’è quasi nessuno: siamo tutti degli “smanettoni autodidatti” amanti della tecnologia. C’è davvero di tutto: un ragazzo che fa il traduttore di giapponese e inglese, un personal trainer, un magazziniere, uno studente di ingegneria biomedica, una pasticciera…Insomma siamo un crocevia di storie e di esperienze, accomunati dal fatto di essere giovani e interessati alla programmazione.

 

E per quanto riguarda il corso invece? Beh, vi dico solo che abbiamo scoperto che le lezioni che stavamo seguendo sono il condensato di un corso che -di base- costa più di 2500 euro e che invece noi ci siamo fatti completamente gratis! Stesso professore del corso a pagamento, stesso materiale e, alla fine, anche un attestato di partecipazione. Mica male no?

Risultato: ho imparato tantissimo, ho un nuovo attestato, mi sono divertita, ho conosciuto gente davvero in gamba e me ne vado “arricchita” e soddisfatta. Sono stati quattro giorni super intensi, ma ne è valsa così tanto la pena che ho deciso di scrivere questo articolo per raccontarlo!

Ragazzi, la verità è che è innegabile che viviamo in un periodo lavorativamente molto complicato, ma è anche vero che talvolta ci sono ottime occasioni che bisogna avere il coraggio di cogliere!
I corsi di formazione gratuita sono sicuramente un buon inizio per inserirsi nel mondo del lavoro: non solo per le cose che si imparano, ma anche per le conoscenze che si fanno.

Einstein diceva Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso. La curiosità, secondo me, è un gran talento perché ti porta a non perdere mai la voglia di imparare cose nuove e di approfondire le tematiche che ti interessano. E se poi il mondo dell’impresa si sensibilizza alla questione e decide di erogare corsi di formazione gratuiti ma comunque seri e certificati, perché non interessarsi alla cosa e mettersi in gioco?

 

Sei curioso/a di saperne di più?

 

Hai qualcosa da dire? Condividi la tua esperienza con Mooves!

Se anche tu hai partecipato a qualche corso di formazione gratuito e certificato (sia online che “dal vivo”) che hai trovato particolarmente utile e interessante, segnalacelo per mail raccontandoci la tua esperienza!
E se hai voglia di scrivere un articolo sul corso che hai seguito, noi di Mooves saremmo lieti di pubblicarlo. Mandacelo pure, allegando anche una tua foto e una breve descrizione di te!

Serena Omero Olimpio
Designer, digital strategist

COMMENTI