Sonia racconta: farsi i muscoli e giocare di squadra con la Palestra delle Professioni Digitali

Formazione
09/05/2017

Buongiorno ragazzi e ragazze di Mooves!
Con mio grande piacere vi scrivo per raccontarvi in prima persona l’esperienza formativa che ho da poco concluso nel campo del digitale.

Mi presento brevemente. Mi chiamo Sonia, sono cresciuta ad Arese e mi sono laureata questo Marzo in Scienze dell’Organizzazione presso l’Università Bicocca. Rispetto ai miei studi di tipo gestionale-organizzativo ho sviluppato una passione per il tema della Sharing Economy e del connesso mondo Digital, sul quale ho appunto discusso la mia tesi di laurea.
Ho deciso così di approfondire tali conoscenze partecipando ad un corso a Milano ormai giunto alla sua decima edizione: Palestra delle Professioni Digitali.

Personalmente, ne sono venuta a conoscenza grazie al sito dell’Università Bicocca e grazie ai commenti estremamente positivi di un ex partecipante.
Il progetto nasce dalla collaborazione tra Associazione ProSpera e Accenture e consiste in un percorso formativo per 48 ragazzi circa, della durata complessiva di un mese e totalmente gratuito. Il corso è orientato prevalentemente al Digital Marketing e alla Comunicazione attraverso i nuovi canali Digital. In generale, il corso è volto a far acquisire a neolaureati o laureandi in materie umanistiche le competenze digitali oggigiorno necessarie per affrontare con successo il mercato del lavoro in ogni suo frangente.
Non è indispensabile essere dei guru dell’informatica, anzi!
Basta avere entusiasmo per questi temi, voglia di imparare e impegnarsi seriamente nello sperimentare nuove strade. Personalmente infatti credo che il nome “palestra” sia azzeccato!
Per me è stato un mese in cui ho testato ed allenato le mie capacità, in più mi ha permesso di capire quale direzione lavorativa io voglia intraprendere.

Il corso si è svolto nel mese di Marzo con frequenza obbligatoria giornaliera, prevalentemente presso Samsung, TIM Space ed altri partners. Non si è basato tanto su lezioni frontali teoriche, quanto su presentazioni di business case, testimonianze di manager e workshop. Questi approcci didattici, così differenti dall’insegnamento universitario a cui siamo stati abituati, hanno permesso a noi ragazzi di metterci alla prova con esperienze pratiche e di confrontarci con i nostri limiti personali. L’impegno richiesto è stato senza dubbio elevato e il contesto è stato molto “sfidante”: divisi per gruppi abbiamo sviluppato fuori orario due project work, commissionati uno da BPM e l’altro da un’azienda differente per ciascuno gruppo. I progetti sono stati poi esposti nella settimana conclusiva di fronte alle aziende partner, molte delle quali hanno offerto possibilità di stage interni.

Ad esperienza conclusa, mi ritengo estremamente soddisfatta di come ho investito il mio tempo!

Quest’anno inoltre, anche Randstad ha partecipato alla selezione dei candidati, e questo a mio avviso è stato un valore aggiunto. Durante il percorso infatti ci hanno fornito numerosi consigli su come migliorare i nostri curriculum, su come affrontare i colloqui e rendere più efficaci le presentazioni personali.
Lo stesso colloquio di gruppo per la selezione al progetto è stata per me un’interessante esperienza formativa. Non avendone mai sostenuto uno, mi ha permesso di affrontare con più sicurezza i successivi!

I punti di forza e i motivi per cui consiglio questo percorso sono tanti. Per cominciare: la qualità delle aziende che si mettono a disposizione per consentirci di fare un vero tuffo nel mondo del lavoro è veramente elevata. Per citarne solo alcune: Samsung, Assolombarda, Accenture, Randstad, GruopM, TIM …e molte altre! Ma ciò che per me ha fatto la differenza è stata la crescita personale che questa esperienza, breve ma intensa, mi ha permesso di fare. Il corso ha unito più di 40 ragazzi di diversa età, provenienza geografica, con differenti studi ed esperienze alle spalle, ma tutti estremamente brillanti e con tanta voglia di mettersi alla prova e di raccontarsi. Durante questo mese abbiamo imparato a collaborare; ci siamo scontrati e poi rincontrati. Con alcuni si sono stretti legami di amicizia proseguiti anche al di fuori di questo contesto.

Che dire ragazzi, a novembre partirà l’undicesima edizione. A tutti coloro che sono interessati a quest'ambito in grande fermento e che si stanno laureando, o comunque sono in dirittura di arrivo, consiglio vivamente di prendere in considerazione questa opportunità!

Dovunque essa vi porti ne uscirete senza dubbio arricchiti!

Link Utili

http://www.professionidigitali.it/

https://www.randstad.it/candidato/career-lab/archives/palestra-delle-professioni-digitali-intervista-maselli_622/

https://www.linkedin.com/company-beta/10805838/?pathWildcard=10805838

https://www.unimib.it/open/news/Palestra-delle-professioni-digitali/5484259387482276646



 

Sonia Pelle
Lettrice di Mooves in cerca di esperienze
Neolaureata in Scienze dell'Organizzazione presso l' Università Bicocca. Interessata alla sharing economy e alla gestione e valorizzazione delle risorse umane. Sportiva e sempre all'avventura!

COMMENTI